E’ una delle mie sconosciute, di una serie che mi portò la prima persona  (giardiniere con piccolo vivaio) che consultai chiedendo di portarmi delle ortensie. Tutte le piante furono inserite vicino ad un muro, quasi a coprirlo. Dovevano essere macrophylle della stessa varietà ma queste due si distinguevano nettamente per intensità dei colori (delle foglie e dei sepali) e per il portamento, slanciato verso l’altro. Questa differenza la notano tutti quelli che vengono in visita. Alcune delle piante sono state sostituite e altre lo saranno ma queste certamente resteranno al loro posto come testimonianza di una delle prime fasi di implementazione del giardino.