E se fosse merito (in gran parte) della nuova concimazione?

Nel mio giardino di Ortensie a Serramazzoni sta succedendo qualcosa di speciale: non ho mai visto uno sviluppo di tale intensità e sopratutto il numero e la dimensione dei nuovi rami (quelli che daranno fiore il prossimo anno), è impressionante; un caso o merito dei trattamenti riservati alle mie ortensie. Forse LA VERITA STA’ IN MEZZO.

Voglio sperare, anzi sono convinto che dipenda (almeno in parte) dal trattamento che ho fatto quest’anno integrando una concimazione chimica con una biologica; per onestà non posso dimenticare le nevicate, la tanta pioggia di questo inverno e questa primavera che certamente hanno messo le ortensie nelle condizioni migliori.

Questo del grande sviluppo dei nuovi rami é un fenomeno generalizzato che trova la sua massima espressione in alcune varietà. Emblematico è il caso della H.MIzu no Odoriko‘. la prima foto mostra alcuni RAMI NUOVI della altezza di oltre un metro e mezzo , che indicativamente è la altezza che ha raggiunto la pianta, che ha circa 5/6 anni. E’ normale? Io non lo avevo mai visto?

Se poi osservo la Serrata”Santiago” o la H.M Benelux e tante altre trovo che questo fenomeno è generalizzato, come non avevo mai visto e quindi penso che è successo qualcosa di speciale e voglio illudermi che sia (almeno in parte) merito della nuova forma di concimazione che ho utilizzato.

Non dico il nome del prodotto commerciale solo perché non voglio “conflitti di interesse” ma anche perché non ho evidenze scientifiche che tutto questo sia effetto /merito del concime non avendo lavorato su gruppi di piante con trattamenti diversi; ho trattato tutte le ortensie con lo stesso prodotto chimico, integrato dalla somministrazione ogni 10 giorni di questo nuovo biologico che contiene batteri che operano anche nella trasformazione del terreno vedi:

.https://lnx.raccontieortensie.it/2018/04/19/la-concimazione-delle-mie-ortensie-con-metodo-biologico/

About the author: Gianfranco Baraghini