I racconti vogliono portare alla condivisione una serie storie su argomenti di tipo sociale, culturale e della realtà che ci circonda, raccolte attraverso  interviste a persone che le hanno vissute direttamente e/o che sono state raccontate in altri contesti comunicativi.

I Racconti  

  1. L’incontro con Zanni Decenzio:

Come vivevano, quali sogni e quali difficoltà incontravano,80 anni fa, i nostri genitori e i nostri nonni. una sintesi su http://lnx.raccontieortensie.it/wp-admin/post.php?post=2180&action=edit

La sua storia da quando  giocava sotto i bombordamenti: http://lnx.raccontieortensie.it/2017/09/18/per-non-dimenticare-decenzio-e-i-suoi-ricordi/

 

2. Incontro con Enrico Giugliani: come  pensare e fondare a 30 anni una start up (Neuron Guard)  che ha l’obiettivo di rivoluzionare il trattamento delle lesioni cerebrali e migliorare la vita di milioni di pazienti, con una riduzione dei costi sanitari” –  3 Agosto 2017 

per un a sintesi dell’intervento e del dibattito http://lnx.raccontieortensie.it/2017/08/04/il-sogno-di-giuliani-di-salvare-vite-umane-nel-mondo-raccontato-ai-giovani-nel-giardino-delle-ortensie-a-serramazzoni/

 

3, Una piccola storia che fa provare forti emozioni

Questa mattina ho visto qualcosa che meriterebbe di entrare nella galleria dei racconti oggetto di confronto nel nostro giardino di ortensie. Qualcosa che moltissime persone vedono tutti i giorni perché si svolge in un luogo di passaggio e che a me prima ha creato interesse poi un pò di emozione fino alla esigenza di approfondire e scambiare due chiacchere. Un signore anziano stava smostando delle cassette (foto1) con grande calma e precisione per liberare il triangolo di legno utilizzato per unire due lati della cassetta.  Per ogni dettaglio   http://lnx.raccontieortensie.it/2017/08/25/una-piccola-storia-che-fa-provare-forte-emozione/

 

4. La vendemmia per un sangiovese senza conservanti:

Da mio padre avevo saputo che molti anni fa, quando lui aveva una brutta malattia al fegato, una piccola azienda agricola produceva per lui e una altra persona un vino sangiovese senza conservanti.

Recentemente ho avuto occasione di riparlare di questo fatto e volendo rifornire la mia cantina di vino mi sono fatto accompagnare presso questa azienda dove ho ritrovato solo i figli che continuano la gestione dell’azienda e si ricordavano perfettamente di questo fatto, anche perché la richiesta e la  produzione di questo vino che loro hanno chiamato NOBIS (no bisolfito) è cresciuta e arrivata ad oltre il 15 % della produzione annuale.

http://lnx.raccontieortensie.it/2017/09/28/la-vendemmia-per-un-sangiovese-senza-conservanti/

bty