Prima e dopo la grandinata

Un acquazzone con grandine della durata di oltre un ora si è abbattuto a serra e sul giardino.Sono sufficienti alcune foto prima e dopo per capire la forza con cui si è abbattuto sui fiori.

Il giardino ha cambiato faccia ma quello che osservo è come molte piante, quelle che io credevo le più deboli, delicate hanno reagito bene, si sono come piegate assecondando la forza della natura ( vento, acqua e grandine) senza rotture rilevanti, tanto che penso che basterà un po di sole per farle tornare in quello che voglio definire stato naturale o quasi.

Quattro sono le varietà che ad una prima osservazione hanno “sofferto” di di più questa violenza.

H. Arborence “invincibolle” e H.Arborence “grandiflora”, H.M Mouselline e H, Serrata ” Santiago”.

Tutte queste varietà sono caratterizzate da rami molto sottili, direi eleganti con moltissimi fiori (H. Arborence “invincibolle” e H.Arborence “grandiflora” uno per ogni ramo) ma posso garantire che nessuno di loro si è rotto ; mi piego ma non mi spezzo.

Queste prime foto danno una idea dell’ effetto tempesta, ma domani con il sole (spero) vorro dare testimonianza più precisa.

About the author: Gianfranco Baraghini